scriviciVai a FacebookVai a Instagram

monza per i bambini

In Cucina con i nostri bambini: la valenza educativa del cucinare insieme!

cibo_bambini_valenza_educativa

Tra i ricordi più belli che ho della mia infanzia, ci sono i pomeriggi trascorsi in punta di piedi su uno sgabello vicino a mia nonna...in cucina,con il classico grembiule troppo lungo arrotolato e ben assicurato in vita con un doppio giro di lacci e la farina in ogni dove...

Amavo rigare gli gnocchi con i rebbi della forchetta,o guardare incantata la magia delle orecchiette che comparivano dopo un semplice movimento di pollici che purtroppo, ancora oggi, non padroneggio affatto.
Ecco perchè oggi,con i miei figli, non rinuncio mai a qualche ora spesa in cucina a trafficare con farina acqua e uova,sfornando focacce e biscotti dalle forme sicuramente discutibili , ma deliziosi già solo per il fatto che li abbiamo fatti insieme.

Cucinare con i bambini è un'attività di vita pratica ,che ha una grandissima valenza educativa: attraverso il gioco possiamo coinvolgere i nostri piccoli nella preparazione di semplici merende, torte, pizze e impasti .

L'esplorazione degli alimenti coinvolge tutti i sensi permettendo al bambino una sperimentazione a 360°toccando,annusando,assaggiando ,distinguendo colori e forme,sperimentando attrezzi diversi, imparando la stagionalità e provando la grande soddisfazione del "l'ho fatto io".

Ma ancora più importante secondo me è l'atmosfera che si crea. Quando ci si riunisce intorno ad un tavolo, cucinare diventa una vera e propria terapia...non nascono solo ricette,ma anche discorsi,racconti,risate.
Il tempo sembra fermarsi e non resta che la bellezza di un momento condiviso.

Insomma,sono davvero infiniti i motivi per ritagliarci del tempo e cucinare con i nostri bambini: 

• sviluppano confidenza e curiosità verso il cibo e una maggiore disponibilità a provarne di nuovi
• lavorano con quantità e numeri pesando gli alimenti e contando gli ingredienti
• sviluppano il pensiero critico ( problem solving9: la cucina è il luogo ideale per imparare a risolvere problemi in corso d’opera
• sviluppano le capacità motorie manuali (grattugiare, affettare, mescolare, travasare…)
• rafforzano l’indipendenza (fare da solo) e la fiducia nelle proprie capacità
• incrementano la concentrazione, realizzando un progetto dall’inizio alla fine attraverso varie fasi
• cucinare motiva il bambino, che vede presto il risultato del proprio lavoro. Insomma diciamocelo... mangiare la pizza preparata con le proprie manine non ha eguali!
• cucinare promuove la conoscenza e la cultura alimentare: materie prime, prodotti di stagione, processi di produzione degli alimenti... sono tutti concetti che si spiegano facilmente in cucina
• e ....divertimento, naturalmente!

Prevenire i rischi:

A questo proposito mi viene in mente una frase del cartone "Alla ricerca di Nemo"
Marlin è un papà sinceramente preoccupato per la salute e l'incolumità del figlio,che vuole proteggere da qualsiasi rischio, precludendogli così la possibilità di sperimentare e fare esperienze nuove.
Alla frase " Non voglio che gli accada niente" Dori risponde :
"Strano,perchè non gli accada niente..non dovrebbe far niente"

La cucina è piena di oggetti appuntiti,lame taglienti e utensili pericolosi,e non tutti i genitori si sentono tranquilli a lasciar sperimentare il proprio bambino.
E' più che comprensibile:per questo motivo dobbiamo prestare attenzione a due semplici regole,che ci permetteranno di mettere in completa sicurezza l'ambiente e goderci l'esperienza senza timori.

Innanzitutto l'ordine :
prepariamo il piano di lavoro sgombro da tutto quello che non occorre,e selezioniamo con cura tutti gli strumenti che i nostri mini-chef potranno utilizzare senza limiti.In commercio naturalmente esistono un infinità di oggetti di cucina creati ad hoc per i più piccoli.
Il bambino dovrà avere facile accesso al piano di lavoro perciò,se non ci sentiamo sicuri a farlo lavorare in piedi su una sedia,potremo pensare di lavorare su un tavolino più basso.
Soprattutto dobbiamo stare attenti noi genitori a non utilizzare e/o lasciare in giro utensili pericolosi mentre cuciniamo con i piccoli.
Si sa che tutto quello che noi maneggiamo, esercita molto fascino sui nostri figli.

In secondo luogo età e competenze:

Ogni bambino è figlio della sua storia.Non esiste un bambino più capace o meno capace. Esistono solo bambini con esperienze diverse e perciò acquisizione di competenze diverse.
A questo proposito qui sotto riporto alcune attività indicative che si possono proporre per fasce d'età (tenendo sempre conto della storia personale di ciascun bambino)

IMPASTARE dai 14 mesi
SBUCCIARE UN MANDARINO dai 15 mesi
PELARE LA VERDURA dai 18 mesi 
TAGLIARE FRUTTA E VERDURA 18-22 mesi
SPREMERE UN MANDARINO dai 22 mesi
SGRANARE I PISELLI dai 18-22 mesi
SPAZZARE IL PAVIMENTO O PULIRE CON UNA SPUGNETTA dai 18 mesi

....certamente. Anche spazzare il pavimento,pulire il tavolo,lavare piatti e scodelle è un attività.
Il riordino è una parte importantissima dell'attività...non è una punizione, ma la conclusione dell'attività stessa!!

Perciò mamme, allacciate il grembiule,a voi e ai vostri bambini.. perchè io non trovo più una buona ragione per non farlo!!

"Il lavoro manuale con un fine pratico aiuta ad acquistare una disciplina interiore" (Maria Montessori)

Da Gemma Mamma in cucina

Photo Credit: Laboratorio di Cucina presso Asilo Nido Mavala Macherio  http://mavala.tv/

 

Tags: cibo,, mamma in cucina,, laboratori di cucina

 
Vuoi segnalare un evento?
Contatta la redazione scrivendo a

Iscriviti qui alla Newsletter per avere gli sconti

Vi ricordiamo che Monzaperibambini non cede alcun dato personale a terze parti perchè le tue informazioni ci stanno a cuore!

captcha 
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo