scriviciVai a FacebookVai a Instagram

monza per i bambini

Primi passi nel Coding e l'intelligenza artificiale

Coding_primi passi_robot

Se ne parla tanto e sembra essere il futuro linguaggio che i nostri figli dovranno imparare dopo l’inglese. I bambini e gli adulti ne sono affascinati ed io da qualche tempo ho l’obiettivo di fare avvicinare i bimbi a questa pratica che ritengo molto utile, se gestita in modo informato.

Sicuramente approcciarsi al coding stimola la creatività e libera dalla schiavitù di chi pensa che i programmi ed i videogiochi si debbano solo usare passivamente.

Coding significa “codificare” creare cioè un prodotto (videogioco, app o programma) che compia determinate azioni predefinite attraverso il linguaggio informatico. I linguaggi informatici sono tanti e naturalmente sarebbe difficile pensare di insegnare ai bambini a redigere delle stringhe di programmazione pura. Sono nati pertanto programmi di logica informatica che invitano i piccoli ad entrare nel mondo dei computer e dei robot da protagonisti.

Saranno i bimbi a decidere l’aspetto, la dinamica e le funzioni del prodotto finale. Ciò stimola l’autostima, la creatività, l’approccio all’errore ed alla sua correzione, il lavoro di squadra, il problem solving, la progettualità. Infine, cosa non meno importante, sfata alcuni miti che si stanno diffondendo sulla intelligenza artificiale e il ruolo che i robot potrebbero avere in un prossimo futuro.

In campo educativo con il termine di coding si indicano diverse attività: dalla realizzazione di un disegno seguendo indicazioni codificate per colorare quadratini, al movimento nello spazio seguendo spostamenti codificati con freccette, alla creazione di un programma che faccia muovere oggetti, accendere luci ed interagisca concretamente con piccole intelligenze artificiali.

Tralasciando il coding per l’infanzia, per farvi entrare in questo mondo, preferisco indicarvi due strumenti scaricabili gratuitamente dalla rete ricordandovi che potrete trovare numerose pubblicazioni e tutorial per iniziare a divertirvi con i vostri figli e scoprire questo variegato mondo. Potrete poi decidere se acquistare robot, sensori e devices per vedere il virtuale entrare nel mondo reale.

SCRATCH : https://scratch.mit.edu/

È un programma sviluppato dal MIT di Boston nel 2006 ed è consigliato dagli 8 anni. Insegna la programmazione a blocchi, dei veri e propri pezzi di puzzle che codificano determinate azioni e ordini che dovranno eseguire le figure scelte dai piccoli programmatori che decideranno estetica, suoni, obiettivi. È possibile seguire i progetti condivisi dagli utenti, iscriversi alla community e pubblicare le proprie creazioni per uno scambio di opinioni.

MBLOCK: https://www.mblock.cc/en-us/

Questo programma è molto simile al precedente, ma permette di programmare piccoli robot (Mbot) e interagire con devices, sensori e intelligenza artificiale. La logica rimane quella dei blocchi che devono essere messi in sequenza corretta secondo le intenzioni del piccolo programmatore. Il linguaggio “nascosto”, che si può svelare semplicemente con un click, è Pyton, in questo modo i bimbi comprendono che i blocchi sono semplicemente delle frasi, ma che il linguaggio di programmazione è molto più complesso. Le guide ed i materiali online sono molteplici, le possibilità di realizzazione (bracci meccanici, riconoscimento facciale, piccoli esperimenti…) sorprenderanno anche i grandi.

ALCUNI TUTORIAL E GUIDE

https://aretepiattaforma.it/ piattaforma di e-learning accreditata dal Ministero dell’Istruzione, offre spunti, guide, webinar e corsi a pagamento e gratuiti per docenti e adulti che desiderano insegnare ai bambini. Ottimo anche per i genitori, allarga la visione ad altri programmi gratis scaricabili per inventare app educative.

https://www.codingcreativo.it/tutorial-scratch-3-0/ elenco di argomenti che permettono di iniziare da subito l’uso di scratch. È un modo veloce per capire la logica del programma

Un consiglio: in rete esistono una quantità enorme di video e guide e i programmi stessi prevedono tutorial e scambi tra utenti. A mio parere il modo migliore di imparare è sperimentare e “smanettare” senza paura saranno addirittura i bambini alla fine ad insegnare ai grandi!

Dott.ssa Laura Chiaverri

 
Vuoi segnalare un evento?
Contatta la redazione scrivendo a

Iscriviti qui alla Newsletter per avere gli sconti

Vi ricordiamo che Monzaperibambini non cede alcun dato personale a terze parti perchè le tue informazioni ci stanno a cuore!

captcha 
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo