scriviciVai a FacebookVai a Instagram

monza per i bambini

Visita alla casa Bergamasca di Babbo Natale

casabergamasca-babbo_natale

Caro Babbo Natale,  ormai sono grande per scriverti la letterina, ma vorrei scriverti questo.... Grazie.... grazie perché con la tua magia riesci a regalare momenti unici, riesci a strappare dei grandi sorrisi ai più piccoli e anche a noi grandi,

riesci a rendere lieta e spensierata una giornata lontana dagli obblighi lavorativi, regali un occasione di incontro con amici, regali momenti di divertimento e di allegria, fai rivivere quelle sensazioni..che ormai nel cuore di noi adulti è difficile mantenere vivo, ma con il tuo aiuto e quello nei nostri piccoli, siamo in grado di riassaporarlo, di riscoprire quel bambino, sonnecchiante che aleggia in noi e che a volte riscopriamo....

Tutto questo è possibile viverlo grazie alla alla Casa Bergamasca di Babbo Natale.
Ieri con la nostra cucciola e insieme ad un gruppo di amici con i propri figli, siamo andati a conoscere Babbo Natale in persona.
Giungiamo molto presto nell'abitato di Gromo, un borgo medioevale, posizionato in val Seriana, perché volevamo essere tra i primi a scoprire la casa di Babbo Natale e i suoi segreti.
Ed eccoci giunti davanti al portone di entrata del Castello Ginami, dimora di Babbo Natale. Io e la mia piccola proviamo a bussare ma nessuno ci apre...ops è ancora molto presto e Babbo Natale sarà molto indaffarato nei preparativi per accogliere tutti i bambini.


Piano piano la piazza inizia ad animarsi, a tenerci compagnia, le note musicali di canti natalizi.
Un simpatico trampoliere intrattiene i bambini, regalando loro palloncini di diverse forme, cuori, cagnolini, fiori, intrepidi di conoscere Babbo Natale.
Ma cosa succede si sentono delle voci, a richiamare l'attenzione dei bambini, ed ecco spuntare da dietro l'albero illuminato, gli aiutanti di Babbo Natale, gli amici Elfi.
Che bello vedere i volti dei bambini sorpresi, piano piano dopo lo stupore iniziale, iniziano a vedersi i primi sorrisi, a sentirsi i primi sogghini...
Gli Elfi, ci dicono che Babbo Natale sta sonnecchiando, è giunta l'ora di svegliarlo, tutti in coro, inizia il count down, all'uno tutti insieme gridiamo Babbo Natale ci suggeriscono gli Elfi...10..9..8..7.....3..2..1...Babbooooooooooooo Nataleeeeeeeeee.....
Più forte....Babboooooooooooooooooooooo Nataleeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee.... ma è dispettoso questo Babbo, non si vuole proprio svegliare.... Babboooooooooooooooooooooooooo Nataleeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee
........guarda, guarda....la porticina si sta aprendo...ecco ecco....ecco sbucare una mano con un guanto bianco, che saluta....ci siamo...i bambini che saltellano impazienti di conoscerlo, ed ecco che sbuca la lunga barba bianca, due occhiali tondi e un viso dolce, rassicurante, con un bellissimo cappello di velluto rosso, e si non ci sono dubbi è proprio lui, la leggenda, il mito, Babbo Natale.


Ed ecco finalmente aprirsi le porte, lucine di natale e giochi di luce ci accolgono, gli amici elfi invitano i bambini a scrivere il proprio nome su dei quadrati di legno, di appenderli al collo così che Babbo Natale possa sapere il loro nome.
Una simpatica Elfa, ci indica la stanza dove poter scrivere la propria letterina indirizzata a Babbo Natale, carta e pennarelli colorati non mancano, forza bambini scrivete i vostri desideri, una volta conclusa la letterina, siamo pronti a consegnarla direttamente nelle mani di Babbo Natale e fare la sua conoscenza. Le stanze del palazzo sono ornate a festa, pacchi pacchettini disposti in fila pronti per essere consegnati la notte di Natale, ed ecco li Babbo Natale in persona, inizia a fare la conoscenza dei bambini, li fa accomodare su un bellissimo e grande divano, seduti di fianco a lui, legge la vostra letterina, la conserva nella sua cesta magica e scatta insieme ai piccoli foto ricordo per immortalare questo incontro magico.
Nessuno vorrebbe più uscire da questa stanza, sopratutto per vedere i visi di ogni bambino, che sognano ad occhi aperti, felici, sorridenti, consegnare orgogliosi la propria letterina a Babbo Natale.
Dopo aver salutato Babbo Natale e ricordandogli che la notte del 25 dicembre, troverà latte e biscotti vicino al camino e per le sue renne un po di fieno e carote, proseguiamo la nostra visita, regali, sacchetti di natale e carbone come scenografia, una tavola agghindata per le feste e un assaggio dei biscotti di Babbo Natale, preparati da lui personalmente...ed eccoci giunti nella sua camera da letto...un lettone, cavalli a dondolo e pacchetti, pacchettini...ad adornare la stanza.


La visita alla dimora di Babbo Natale, giunge al termine, un Elfo, ci consegna una busta e ci indica la strada per villa Magdalena, la busta ci servirà per conservare i nostri lavoretti che andremo a costruire.
Usciamo dal castello e seguiamo le indicazioni per raggiungere la villa 5/10 minuti a piedi dal castello, ed eccoci giunti alla nostra ultima tappa, all'entrata della villa troviamo due simpatiche Elfe che con dedizione e destrezza regalano pallonicini, ed ecco fatto un bellissimo fiore per la mia piccola, proseguiamo il cammino e ci addentriamo nella tenda, qua due bravissime Elfe pitturano il natale sulle guancie dei bambini...chi ha Babbo Natale, chi il pupazzo di neve, chi è diventato capo renna e addirittura chi veste i panni da Babbo Natale...la mia piccola si è fatta truccare da Babbo Natale, con barba, baffi e cappellino rosso. Nel giardino della villa troverete delle simpatiche caprette, due asinelli e per la felicità dei bambini due pony, da montare in sella e sentirsi dei piccoli cavallerizzi e infine nella villa i simpatici elfi ci aiuteranno con i lavoretti manuali da portare a casa come ricordo.
Ed infine un the caldo per tutti.
Questa giornata ha regalato tantissimi sorrisi, tanta felicità e allegria.
Grazie alla fattoria Ariete e ai suoi interpreti dalla figura di Babbo Natale agli Elfi, perché sanno interpretare al meglio lo spirito natalizio, perché realizzano quel sogno che ogni bambino conserva gelosamente, l'incontro con Babbo Natale.
Grazie agli amici Elfi che un grande sorriso accolgono i bimbi e gli invitano a salire sui pony e fare una passeggiata con loro.
Voglio concludere con una frase che ho trovato lungo il percorso...
"Se ci diamo la mano, i miracoli si faranno e il giorno di Natale durerà tutto l'anno" G. Rodari.

Ecco alcuni dettagli per l'organizzazione della vostra gita:
Gromo si trova in val Seriana, facilmente raggiungibile in circa 1.30 dalla provincia di Monza, con l'autostrada A4 uscita Bergamo, da qui seguire le indicazioni per val Seriana, fino a giungere a un bivio dove alla vostra destra la strada condurrà verso Clusone, invece noi proseguiamo dritti fino a giungere all'abitato di Gromo, che per l'occasione viene vestito a festa, lungo le sue vie principali troverete i mercatini di Natale e delle bellissime frasi riguardanti il tema natalizio appese lungo il percorso. Troverete un parcheggio a pagamento dove poter posteggiare la vostra auto (2€) e poco sopra la scalinata che conduce nel centro paese dove sorge il castello Ginami.

Per raggiungere il castello Ginami e Villa Magdalena è possibile utilizzare il passeggino, all'interno del castello invece no, come riportato dal sito i passeggini vanno lasciati fuori all'ingresso del castello.

Nel caso vogliate mangiare o per merenda e per un aperitivo, vi consiglio il bar centrale, sulla sinistra del castello, noi abbiamo pranzato li e devo dire che la proposta è ottima e i piatti veramente squisiti.

Il prezzo del biglietto costa 8,00€ e permette di entrare nella casa di Babbo Natale e comprende tutte le attività, i bambini fino ai 3 anni compiuti non pagano, il materiale per la letterina e per i lavoretti viene fornito direttamente da loro senza nessun costo aggiuntivo.



Di seguito alcuni link utili per la vostra visita:
www.lacasabergamascadibabbonatale.it
www.gromo.eu (proloco Gromo)

ilprofumodellamontagna

Tags: natale,, gite per bambini,, idee weekend,, idee per le vacanze di natale, casa di babbo natale, casa bergamasca di babbo natale, gite natalizie

 
Vuoi segnalare un evento?
Contatta la redazione scrivendo a

Iscriviti qui alla Newsletter per avere gli sconti

Vi ricordiamo che Monzaperibambini non cede alcun dato personale a terze parti perchè le tue informazioni ci stanno a cuore!

captcha 
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo