scriviciVai a FacebookVai a Instagram

monza per i bambini

Bonus Mamma Domani 2019: 800€ a chi sta per diventare genitore

bonus_nascita_800euro

Con il nuovo anno non cambiano le modalità per richiedere il bonus mamma domani, il premio nascita di 800 euro corrisposto dall’Inps a chi sta per diventare genitore.

Il bonus mamma domani è quel contributo di 800 euro che spetta alla donne al compimento del settimo mese di gravidanza (inizio dell’ottavo mese) o alla nascita, adozione o affidamento preadottivo.

Conosciuto anche con il nome di premio nascita, questo è erogato dall’Inps in un’unica soluzione su richiesta dell’interessata.
A differenza degli altri bonus per la famiglia confermati dalla Legge di Bilancio 2019 con misure ad hoc, il bonus mamma domani è una misura strutturale e quindi non necessita di essere rifinanziata ogni anno.
Il premio non concorre alla formazione del reddito complessivo di cui all'articolo 8 del Testo Unico delle imposte sui redditi.
A seguire qualche informazione per capirne di più.

Requisiti
I primi mesi di gravidanza, dal punto di vista medico, sono i più a “rischio”. Per questo motivo per richiedere il bonus mamme bisognerà aver superato il 7° mese di gravidanza.
Non ci sono particolari eccezioni; questo bonus nascite è destinato infatti a tutte le future mamme. Ecco nel dettaglio quali sono i requisiti indicati dall’INPS:
• residenza in Italia;
• cittadinanza italiana o comunitaria;
• le cittadine non comunitarie devono essere in possesso del permesso di soggiorno UE.
Poi naturalmente ci sono degli altri requisiti necessari per fare la richiesta. Si tratta di eventi che devono essersi verificati dal 1° gennaio 2017:
• compimento del 7° mese di gravidanza;
• parto, anche se antecedente all’inizio dell’8° mese di gravidanza;
• adozione del minore, nazionale o internazionale, disposta con sentenza divenuta definitiva ai sensi della legge n. 184/1983;
• affidamento preadottivo nazionale disposto con ordinanza ai sensi dell’art. 22, comma 6, della legge 184/1983 o affidamento preadottivo internazionale ai sensi dell’art. 34 della legge 184/1983.
Il bonus mamma domani è legato al numero di figli nati dal parto, e non al singolo evento. Questo significa che in caso di parto gemellare il contributo sarà di 1.600€.

Come fare domanda:

La domanda deve essere presentata all’INPS tramite una delle seguenti modalità:
• servizi telematici accessibili direttamente dalla richiedente tramite PIN, attraverso il portale dell’Istituto;
• Contact Center (numero 803 164, gratuito da rete fissa, oppure 06 164 164 da rete mobile);
• enti di patronato, tramite i servizi telematici offerti dagli stessi.
Se si sceglie di inviare la domanda online attraverso il servizio dedicato è possibile scaricare dal menu il manuale utente che descrive le funzionalità disponibili e la guida l’utente nella compilazione della domanda.
L’applicativo consente oltre all’inserimento e invio della domanda sia la consultazione delle domande già trasmesse che l’accesso ad altri servizi per la famiglia presenti nello Sportello virtuale per le prestazioni a sostegno del reddito (assegno di natalità-bonus bebè, bonus infanzia e assegni al nucleo familiare).
La domanda va presentata dopo il compimento del settimo mese di gravidanza corredata della certificazione sanitaria rilasciata dal medico del Servizio Sanitario Nazionale (SSN) attestante la data presunta del parto.
Con riferimento allo stesso minore, dovrà essere presentata un’unica domanda. Se è stata già presentata la domanda in relazione al compimento del settimo mese di gravidanza non si dovrà presentare ulteriore domanda alla nascita. Analogamente, il beneficio richiesto per l’affidamento preadottivo non può essere richiesto in occasione della successiva adozione dello stesso minore.
Nel caso si tratti di parto plurimo, la domanda, se già presentata al compimento del settimo mese di gravidanza, andrà presentata anche alla nascita con l’inserimento delle informazioni di tutti i minori necessarie per l’integrazione del premio già richiesto, rispetto al numero dei nati.
La domanda può essere presentata anche nell’ipotesi in cui la richiedente, pur avendo maturato i sette mesi di gravidanza alla data del 1 gennaio 2017, non abbia portato a termine la gravidanza a causa di un’interruzione della stessa. In questo caso, la domanda dovrà essere corredata della documentazione comprovante l’evento.
Nel caso in cui la domanda debba essere presentata da un legale rappresentante, questi dovrà essere in possesso del PIN della richiedente per effettuare l’accesso al sistema con i dati identificativi dell’interessata.
Nel caso di abbandono o affidamento esclusivo al padre, decadenza della potestà genitoriale o decesso della madre, il padre potrà presentare direttamente la domanda con le stesse modalità munendosi di PIN dispositivo.

Quanto spetta
L’importo dell’assegno è di 800 euro.
Le modalità di pagamento previste sono:
• bonifico domiciliato presso ufficio postale;
• accredito su conto corrente bancario;
• accredito su conto corrente postale;
• libretto postale;
• carta prepagata con IBAN.
Per tutti i pagamenti, eccetto bonifico domiciliato presso ufficio postale, è richiesto il codice IBAN.
In caso di richiesta di accreditamento su coordinate IBAN, è necessario inviare il modello SR163 online all’INPS attraverso il servizio dedicato

Dopo quanto tempo arrivano gli 800 euro
Una volta presentata la richiesta all’Inps se ne può verificare lo status facendo l’accesso alla propria area personale; qui, basterà cliccare su “Consultazione domande” per farsi un’idea di quando arriverà il contributo di 800 euro.
Qualora la propria domanda presenti ancora la dicitura “protocollata”, infatti, vorrebbe dire che questa è ancora in fase di lavorazione e che quindi bisogna avere ancora un po’ di pazienza. Diversamente, se la domanda è stata “accolta” allora vorrà dire che il pagamento è ormai prossimo, con la data di erogazione precisa che è indicata nel vostro “Fascicolo previdenziale Inps”.
Solitamente, comunque, non bisogna attendere più di due mesi dalla richiesta per ricevere l’accredito degli 800 euro.

Tutte le informazioni nel dettaglio su: www.inps.it/

 

Tags: bonus,, agevolazioni, bonusfamiglia, premio nascita, inps

 
Vuoi segnalare un evento?
Contatta la redazione scrivendo a

Iscriviti qui alla Newsletter per avere gli sconti

Vi ricordiamo che Monzaperibambini non cede alcun dato personale a terze parti perchè le tue informazioni ci stanno a cuore!

captcha 
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo