scriviciVai a FacebookVai a Instagram

monza per i bambini

Il Cantastorie: Musica e Racconti a sostegno del linguaggio

cantastorie_laboratorio_linguistici

L’importanza che quotidianamente la lingua riveste nella vita di ciascun individuo rafforza l’idea che sia necessario un percorso di educazione linguistica fin dai primi anni della scuola dell’infanzia.
Il linguaggio rappresenta un mezzo di comunicazione per l’espressione dei propri bisogni, desideri, emozioni e pensieri, è una modalità che permette di entrare in relazione con l’altro, di dialogare, condividere idee e conoscenze, sviluppare un senso d’appartenenza comune.

I bambini iniziano a parlare per il proprio bisogno di comunicare, conoscere e conoscersi.
Inizialmente le competenze linguistiche infantili risultano semplici ed economiche, successivamente si differenziano, si ampliano e necessitano di una stimolazione continua per poter essere sempre più specifiche e articolate.

Scopo del progetto “Il Cantastorie”, dedicato ai bambini dai primi anni della scuola dell’infanzia fino ai primi tre della scuola primaria, è quello di acquisire e rafforzare le abilità linguistiche tramite l’ascolto di racconti e favole, la loro comprensione, l’analisi condivisa delle storie e dei loro personaggi, il confronto di pensieri.
Le attività del laboratorio seguiranno un approccio ludico-creativo: le capacità linguistiche stimolate dalla lettura ed analisi di racconti saranno accompagnate da attività coinvolgenti, capaci di stimolare la curiosità del bambino, tramite canzoni, filastrocche, disegni, giochi ritmati, linguistici e di ruolo, creando veri e propri momenti di incontro, confronto e divertimento.
Perché unire musica e linguaggio?
La musica si serve di un codice i cui segni sono molto simili ai segni della comunicazione verbo-acustica: variazioni di frequenza (melodia), di intensità, di timbro e di tempo (ritmo).
Giochi strutturati sulla variazione dei parametri vocali (intensità di volume, frequenza di un suono e differenze timbriche) e della prosodia permettono al bambino di usare il linguaggio secondo precise intenzionalità comunicative e come espressione di messaggi linguistici differenti.
Il linguaggio sonoro offre al bambino l’occasione di sperimentare attraverso se stesso, arrivando all’apprendimento senza fatica, attivando e sviluppando abilità cognitive quali l’attenzione, la concentrazione e la memoria.


L’educazione all’ascolto dei suoni ambientali ed onomatopeici, la capacità di discriminarli, l’imitazione e la spontanea produzione risultano preliminari e favoriscono lo sviluppo linguistico di ciascun individuo; rappresentano quindi un primo approccio alla produzione verbale.
Le canzoni e filastrocche, abbinate a gesti e mimica, rappresentano attività stimolanti per i bambini e che al contempo permettono lo sviluppo di capacità cognitive ed intellettive, tra cui il linguaggio e l’apprendimento.
Il carattere distintivo delle filastrocche è rappresentato dalla loro musicalità, un gioco di ritmi, melodie, intonazioni e sequenze sonore ripetute che stimolano il linguaggio in modo spontaneo.
Anche l’utilizzo degli strumenti musicali (soprattutto idiofoni) può coinvolgere i bambini, motivarli a comunicare e facilitare la vocalizzazione, dando luogo a un gioco creativo, spontaneo, centrato sul bambino
e collaborativo.

Il laboratorio linguistico prevede un ciclo di 10 incontri, con cadenza monosettimanale. Sarà condotto da una logopedista che verrà affiancata sa una musicoterapeuta per alcuni incontri.
Le attività verranno differenziate e rese specifiche in base alla fascia di età considerata.

Dimanda offre un primo incontro gratuito:
per info: 3495065944 Claudia, 3921873949 Monica,

::: Publiredazionale:::

Tags: logopedia,, dimanda,, laboratorio cantastorie

 
Vuoi segnalare un evento?
Contatta la redazione scrivendo a

Iscriviti qui alla Newsletter per avere gli sconti

Vi ricordiamo che Monzaperibambini non cede alcun dato personale a terze parti perchè le tue informazioni ci stanno a cuore!

captcha 
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo